Campo in Marocco 2020

eventi

Iscrizioni aperte per il campo in Marocco "La Vita altrove?" dal 1 al 8 settembre 2020

Nel 2020 noi frati francescani celebreremo un centenario importante: 800 anni fa, nel 1220, un certo Fernando da Lisbona sceglie di vestire l’abito francescano, prende il nome di Antonio e parte missionario per il Marocco. Da lì varie vicende lo porteranno in Italia (1221), dove diventerà il santo più famoso del mondo: S. Antonio di Padova!

A 800 anni dalla vocazione francescana di Antonio, vogliamo lanciare una proposta davvero unica nel suo genere:
un pellegrinaggio in Marocco sui passi di S. Antonio e dei primi frati francescani riservato ai giovani (18-28 anni) italiani e portoghesi
dal 1 al 8 settembre 2020 (dal 31 agosto per i portoghesi).

Sarà un’occasione imperdibile per un’esperienza forte di fede e di incontro fra culture, condivisa con i nostri fratelli del Portogallo e del Marocco.

 

 

I contenuti della proposta

Dove cerchiamo la Vita? Dall’altra parte del mondo, oppure ad un passo da noi?

La vita vera, quella che cerchiamo, quella che il Signore ci promette, è davvero ALTROVE.

Oltre il nostro mondo, oltre le nostre certezze, al di là dei nostri progetti e previsioni.

Non è un premio da conquistare, ma un cammino da percorrere: un sentiero che ci obbliga a uscire da noi stessi, lasciarci incontrare da un Altro, permettergli di rompere i nostri piani, per poter ritornare dentro noi stessi, scoprendo il nostro vero io, l’autentico altrove del nostro essere.

Uscire per rientrare. Andare oltre il mare, immergerci in una cultura profondamente diversa, incontrare storie di fede di ieri e di oggi che hanno trovato la Vita nella morte, scontrarci con il deserto delle domande, delle inquietudini, delle risposte sussurrate. Per tornare diversi.

 

 

La storia

Nel 1220 i primi 5 frati francescani giunti in Marocco vengono martirizzati a Marrakesh.

Alla vista dei loro corpi, Fernando da Lisbona sceglie l’abito francescano, prende il nome di Antonio, e parte a sua volta verso quella terra di “infedeli” con l’ardire di convertirli a Cristo.

Presto i suoi ideali naufragano in una malattia che lo costringerà a tornare sui propri passi, e lo porterà in Italia, ad incominciare una storia del tutto inaspettata, una storia che farà di lui il Santo più famoso del mondo.

 

 

Il percorso

Inizieremo da Fes, cittadina dell’interno del paese, e ci immergeremo nell’atmosfera tipica marocchina, per scorgerne i tratti, i profumi, i colori e gli odori. Qui incontreremo la testimonianza di una piccola comunità cattolica di studenti universitari.

Da qui ci spingeremo verso l’interno, dove a Mideltpotremmo incontrare p. Jean-Pierre, monaco sopravvissuto alla strage di Tibhirine (Algeria, 1996).

Giungeremo quindi al limitare del deserto (Oasi di Merzouga), dove passeremo la notte in un campo tendato. Vivremo l’esperienza del silenzio assordante, l’adorazione della presenza misteriosa di Dio, la riconciliazione con Lui e con noi stessi; attenderemo infine il sorgere del sole dalla cima della Grande Duna, segno di una Vita nuova che sgorga dall’aridità.

Saremo quindi pronti per attraversare la catena dell’Atlante, e giungere a Marrakesh, al santuario dei Santi Martiri Francescani, meta finale del nostro pellegrinare, dove la benedizione di questi testimoni e l’esperienza di Antonio di Padova ci invieranno a tornare al nostro quotidiano.

Non mancheranno altre tappe in alcuni dei luoghi più suggestivi del Paese, fra cui Ait-Ben-Haddou, Ouarzazate e Casablanca.

 

 

Il costo

Abbiamo cercato di contenere il più possibile il costo del viaggio, cercando di risparmiare in particolare sui biglietti aerei (voli low-cost) e sugli alloggi (chiedendo ospitalità ai conventi del luogo).

Il costo del viaggio si divide in 2 parti:

  1. Una quota all’agenzia (che comprende l’assicurazione sanitaria medico-bagaglio, i voli, il pullman, le guide, gli alberghi con la mezza pensione, gli ingressi come da programma, le tasse, ecc…); questa quota è di 760,00 € per i primi 25 iscritti (per chi parte dall’Italia; per i portoghesi invece contattare i frati del luogo), mentre sarà di 760,00 € + l’eventuale variazione del costo del volo per gli altri; in ogni caso questa quota è da versare in questo modo: 200,00 € al momento dell’iscrizione come caparra, il restante entro il 31 luglio 2020.
  2. Una quota di segreteria (che comprende le offerte ai testimoni che incontreremo, l’alloggio nelle foresterie dei conventi, i pasti che dovremmo cucinarci, il libretto, ecc…); abbiamo fissato questa quota a 100,00 €; questa quota sarà offerta dall’organizzazione per i primi 20 iscritti.

Bisogna tenere conto poi che ci saranno alcune piccole spese che resteranno a carico personale (alcuni pasti da fare lungo la strada e un paio di visite opzionali, a discrezione di ciascuno); si può stimare fra i 20,00 € e i 50,00 € (a seconda delle scelte di ciascuno) la quota da portare con sé nel viaggio e spendere per proprio conto.

In sostanza quindi la spesa totale (per chi parte dall’Italia) è di:

760,00 € per i primi 20 iscritti

860,00 € dal 21° al 25° iscritto

860,00 € + l’eventuale variazione del costo del volo dal 26° iscritto in poi (fino al 31 marzo e/o fino ad esaurimento posti)

Una volta formato il gruppo vorremmo proporre un’attività di autofinanziamento (nel mese di maggio 2020) per ridurre ulteriormente la spesa per ogni partecipante.

I dettagli dei costi e le modalità di versamento verranno forniti prima dell’iscrizione agli interessati.

 

 

Informazioni importanti

  • L’iscrizione è aperta ai giovani fra i 18 e 28 anni dal 20 dicembre 2019 al 31 marzo 2020, o fino ad esaurimento dei posti disponibili. L’organizzazione si riserva di valutare se accogliere o meno ogni iscrizione. Si cercherà di suddividere in parti uguali il numero di iscritti uomini e di iscritte donne.

  • Si tratta di un pellegrinaggio: ci sarà certamente spazio anche per visitare alcuni dei luoghi più belli del Marocco, e anche del tempo per lo svago, ma non faremo “turismo”, non si tratta di una vacanza. Vivremo dei tempi di preghiera, di catechesi e di testimonianza molto intensi. Chiediamo a chiunque scelga di partecipare di arrivare con lo spirito giusto.

  • È richiesta una buona dose di spirito di adattamento: dormiremo qualche volta su materassino e sacco a pelo e passeremo anche una notte in tenda nel deserto (solo 3 notti su 7 saremo in albergo); avremo anche molte ore da trascorrere in pullman su strade non sempre in buone condizioni; ci capiterà di pranzare con cibi locali e di doverci talvolta cucinare la cena.

  • È richiesta una buona salute. In caso di allergie e/o intollerante particolari l’eventuale iscrizione va concordata insieme: non saremo infatti in grado di garantire sempre un pasto adeguato alle esigenze particolari di ciascuno. In ogni caso qualsiasi utile informazioni medica sul proprio stato di salute va dichiarata subito al momento dell’iscrizione.

  • Non sono necessarie vaccinazioni. È però necessario il passaporto (che deve essere valido ulteriori 6 mesi oltre la data di rientro, quindi almeno fino ad aprile 2021); per questo, se intendete partecipare e la vostra iscrizione sarà accolta, dovrete procurarvi il prima possibile un passaporto in corso di validità.

 

LE ISCRIZIONI SONO APERTE DAL 16 DICEMBRE 2019 AL 31 MARZO 2020 (o fino ad esaurimento posti)

Se siete giunti fino a qui e volete iscrivervi,
scrivete una mail a info@fragiovani.org
oppure telefonate (o anche Whatsapp/Telegram) al nostro numero +39 3339062097

Valuteremo insieme la vostra iscrizione, vi sarà inviato personalmente il programma, i dettagli dei costi e tutte le informazioni necessarie.

 

I frati del CFG, fr. Alberto, fr. Fabio, Fr. Gabriel, fr. Giambo, fr. Nico.

Top