ROUTE DI PASQUA PER GRUPPI SCOUT (clan e noviziato)

eventi

Per vivere insieme il Triduo Pasquale

– POSTI ESAURITI –

PROGRAMMA DI MASSIMA

Il programma seguente è una bozza degli anni precedenti che può essere modificata in base alle esigenze dei gruppi scout interessati.
Ciò che chiediamo in particolare è la partecipazione alle liturgie principali del Triduo Pasquale (evidenziate in grassetto) e almeno un incontro al giorno con i frati per un po’ di catechesi/dialogo/attività/testimonianza sul Triduo che stiamo vivendo ed altri eventuali temi da voi segnalati.

GIOVEDI’ SANTO
Ore 15.30 circa: Arrivi e sistemazione
Ore 16.30: Presentazione dei gruppi (ogni gruppo si presenta), presentazione dell’esperienza e catechesi sul Giovedì Santo
Ore 19.00: S. Messa in “Coena Domini” (con lavanda dei piedi) in Santuario
Ore 20.00: Cena
Ore 21.30: Veglia Eucaristica davanti all’Altare della Reposizione.

VENERDI’ SANTO
Ore 07.30: Preghiera con i frati in santuario
Ore 08.30: Colazione
Ore 09.00-12.00: Attività a scelta (ad es. servizio, visita a Padova, tempo per attività di gruppo…)
Ore 12.15: Ora Media con i frati
Ore 12.30: Pranzo
Ore 15.00-16.00: Attività a scelta (ad es. incontro per gruppi di provenienza, visita guidata ai Santuari Antoniani, testimonianza di un frate o di una suora…)
Ore 17.00 Catechesi sul Venerdì Santo
Ore 19.00: Azione Liturgica della Passione del Signore in Santuario
Ore 20.00: proposta di digiuno e Via Crucis giovane

SABATO SANTO
Ore 07.30: Preghiera con i frati in santuario
Ore 08.30: Colazione
Ore 09.00-12.00: Attività a scelta (ad es. servizio, visita a Padova, tempo per attività di gruppo…)
Ore 12.15: Ora Media con i frati
Ore 12.30: Pranzo
Ore 15.00: Tempo personale per la riflessione – Confessioni…
Ore 16.00: Catechesi sul Sabato Santo – verifica esperienza – mandato
Ore 19.30: Cena
Ore 21.00: Veglia Pasquale
Ore 23.00: Momento di fraternità

DOMENICA DI PASQUA
Ore 08.00: Colazione
Preghiera finale e partenze

NB.: Per tutto l’arco dell’esperienza i frati e le suore sono a disposizione per l’ascolto e i frati sacerdoti per le confessioni

I pasti sono in autogestione (è a disposizione una cucina ad induzione, con pentole adatte)

***

Perché il Triduo in convento?

     Il Triduo Pasquale è per noi cristiani il centro di tutto l’anno, il tempo in cui si celebra il mistero più grande della nostra fede: Gesù soffre, muore e risorge per noi. Nel Triduo Pasquale emerge in modo particolare anche la realtà della Chiesa, che continuamente rinnova il mandato ricevuto dallo stesso Gesù nell’ultima cena: “Fate questo in memoria di me”. Fin dai primissimi tempi i cristiani hanno dato un’immensa rilevanza soprattutto alla veglia pasquale, inserendovi il sacramento del battesimo: come Cristo è passato da morte a vita in quella notte santa, così le persone battezzate passano dalla vecchia ad una nuova vita, che è quella cristiana.

Negli ultimi anni si stanno moltiplicando le proposte (per giovani e non) di trascorrere il Triduo Pasquale in monasteri e conventi sia maschili che femminili. Ha senso questa proposta? Di per sé, anche per quanto sopra espresso, il Triduo Pasquale andrebbe preferibilmente vissuto nella propria parrocchia, espressione visibile della Chiesa nella vita quotidiana di ciascuno.
L’esperienza ci fa dire però che condividere questi giorni così importanti (almeno una volta nella vita!) all’interno delle nostre comunità francescane, e dunque a contatto diretto con i ritmi del nostro vivere, del nostro stare insieme, della nostra preghiera e delle celebrazioni ben curate e spiegate, può rivelarsi per un giovane una straordinaria esperienza e opportunità formativa, spazio prezioso di crescita spirituale ed umana da riversare poi anche nella parrocchia di provenienza.

Siamo convinti che vivere il Triduo in convento possa davvero aiutare i giovani prima di tutto a riscoprire il senso profondo di questi giorni; a riappropriarsi poi del proprio “tempo gratuito” ormai derubato dalla frenesia del “fare” e dalla “tirannia dell’avere”; ad assaporare nella bellezza della liturgia un incontro vivo e appassionato con il Signore; a percepirsi in modo nuovo, nell’umile fraternità francescana, figli dell’unico Padre che è nei cieli… Tutto questo patrimonio di esperienze potrà poi essere ancora una volta, dai giovani stessi, offerto a servizio di tutti (in parrocchia, al lavoro, nella scuola, con gli amici…).
Resta sempre presente in noi, in ogni caso, l’attenzione alla Chiesa locale; anche per questo motivo alla proposta del “Triduo Pasquale con i frati” è possibile partecipare per un massimo di due anni.

Questo allora vuole essere il nostro augurio: come Cristo è nostro servitore, così anche noi possiamo essere servi dei nostri fratelli…

Pace e bene,

i frati

***

PER CHI?

Gruppi Scout (clan e noviziato)

QUANDO?

Triduo Pasquale: dal pomeriggio del Giovedì Santo alla mattina di Pasqua

DOVE?

Oasi Giovani e Famiglie, Santuari Antoniani, Camposampiero (PD)

Per il pernottamento, saranno a disposizione 2 cameroni (22+18 letti) e 3 singole (una delle quali con bagno in camera); si può anche dormire in tenda nel campo sportivo.

Per i cameroni portare: lenzuola o sacco a pelo, federa per il cuscino, asciugamani, occorrente per l’igiene personale; consigliato: repellente per zanzare.

Altri ambienti/servizi disponibili:

  • cappella
  • sale
  • cucina (ad induzione)
  • parco
  • campo sportivo
  • parcheggio
  • riscaldamento
  • ascensore
  • Wi-Fi

INFO e ISCRIZIONI

Oasi Giovani – Camposampiero

Tel.: 049.9315739 – 333.9318920

Mail: oasigiovanicsp@gmail.com

Top